Seleziona la lingua
  • Italiano
  • English
  • Deutsch
  • Español
  • Français
Il carrello è vuoto
close

A tu per tu con la UAE Team ADQ

20 aprile 2022
A tu per tu con la UAE Team ADQ

La nuovissima squadra World Tour rivela come intende scuotere il ciclismo sia a livello nazionale che sul circuito professionale.

La neocostituita squadra di ciclismo femminile UAE Team ADQ, che impiega la superlativa gamma di gruppi e coppie di ruote Campagnolo, ha iniziato il 2022 in forma spettacolare guadagnando la vittoria sei volte, di cui tre per Marta Bastianelli.

Giorgio Torre, addetto stampa del team, ci rivela quali sono gli obiettivi della squadra per questa stagione e non solo.

 

Quali sono gli obiettivi della squadra sia a livello professionistico che a casa, negli Emirati Arabi Uniti?

 

 

La stagione è iniziata nel migliore dei modi per noi dal punto di vista sportivo, grazie alle numerose vittorie riportate. Naturalmente vorremmo proseguire lungo questa strada e partecipare alle più importanti gare di ciclismo a livello mondiale, ma l’obiettivo principale della nostra squadra resta quello di essere fonte di ispirazione per le donne di tutto il mondo.

Trattandosi della nostra prima stagione, continueremo passo passo nel miglioramento delle nostre atlete così da scrivere un futuro vittorioso.

Stiamo quindi concentrando il nostro impegno per raggiungere risultati spettacolari e mantenere le nostre migliori prestazioni per tutta la durata della stagione.

 

Quanto è importante la presenza di atlete del calibro di Marta Bastianelli e Mavi García nella squadra?

 

 

Mavi e Marta sono un ottimo esempio per la squadra. Nel corso degli ultimi anni, Mavi ha goduto di un notevole miglioramento delle prestazioni e vogliamo incoraggiare la sua crescita.

Lo spirito combattivo e la perseveranza che la contraddistinguono costituiscono un apporto non indifferente al team. Marta è un’atleta esperta, dedita a far avverare i suoi sogni stabilendo standard di concentrazione, perseguimento degli obiettivi e forza.

 

Come si è temprata la squadra nel corso dell’inverno?

 

 

Abbiamo partecipato a un campo di addestramento ad Alicante, in Spagna, caratterizzato da intense giornate di lavoro, allenamento, prove e utilizzo di kit da ciclismo (indumenti, scarpe, bici) e si è rivelata un’esperienza dal valore inestimabile anche per condividere situazioni e conoscersi.

La nascita di questa squadra è giunta con grande entusiasmo.

 

Avete una base europea?

 

 

Sì. La base europea della squadra si trova a Magnago, vicino Milano, che costituisce un punto strategico per due motivi.

Prima di tutto è la base dell’UAE World Tour, pertanto anche la squadra maschile (UAE Team Emirates) si trova qui. In secondo luogo è vicina all’aeroporto di Malpensa, che funge sia da hub che da punto di benvenuto per le nostre cicliste, semplificando così il tutto da un punto di vista logistico.

 

Tadej Pogačar, che si avvale della componentistica Campagnolo, è chiaramente una fonte di ispirazione nell’ambito del ciclismo. Pogačar ha trascorso del tempo con la squadra femminile?

 

 

Certamente, Tadej e la UAE Team Emirates rappresentano la nostra famiglia. Manterremo uno stretto rapporto tra le squadre, non solo per quanto concerne gli atleti ma anche lo staff.

 

Safiya Al Sayegh, l’atleta emiratense della squadra: deve essere un’opportunità spettacolare per lei.

 

 

Safiya ha per ora gareggiato in Asia. È stata protagonista di vittorie nazionali e, recentemente, ha vinto la maglia nazionale EAU ai Campionati asiatici di ciclismo su strada, in cui si è anche aggiudicata la medaglia di bronzo nella competizione a cronometro.

Come tante altre giovani atlete nella squadra, il suo obiettivo principale è sviluppare e acquisire esperienza gareggiando in Europa e in contesti internazionali.

Per noi è un orgoglio che Safiya sia la prima ciclista emiratense a competere al livello del World Tour. Ha spalancato le porte del ciclismo non solo per gli Emirati Arabi Uniti, ma anche per la comunità araba in generale. È la rappresentante del ciclismo negli EAU.

Noi, in cambio, ci impegniamo a sostenerla lungo tutto il suo percorso di sviluppo e a migliorare l’eccellente ecosistema ciclistico creato dagli Emirati Arabi Uniti.

Così facendo, scopriremo nuovi giovani talenti del ciclismo e saremo felici di accoglierne altri provenienti dagli Emirati che dimostrano di avere la stoffa per migliorarsi e gareggiare a livello internazionale.

 

Quanto è popolare al momento il ciclismo a livello ricreativo negli Emirati Arabi Uniti?

 

 

Sta prendendo piede in quanto il Paese ha cominciato a promuovere il ciclismo in tutta la comunità, rendendo questo sport accessibile a tutti e sviluppando le infrastrutture adatte con oltre 1.000 chilometri di piste ciclabili.

Il prestigioso riconoscimento di Bike City di cui Abu Dhabi è stata insignita da parte dell’UCI pone la capitale degli UAE all’avanguardia per aver abbracciato e reso accessibile il ciclismo a tutti nel Medio Oriente.

La presenza di due squadre World Tour ha motivato sempre più persone a salire in sella, e far crescere la comunità ciclistica femminile è oggetto delle ambiziose iniziative intraprese dalla UAE Team ADQ.

 

Dove arriverà questa squadra? Riuscirà a eguagliare il livello della squadra maschile?

 

 

Quanto lontano riusciremo a spingerci dipende dalla nostra forza di volontà. Ci piace pensare in grande e vogliamo diventare la migliore squadra femminile in assoluto. Lo sviluppo personale non conosce limiti, ma tempo e impegno sono fondamentali.

 

In ultimo, quali sono le impressioni della squadra riguardo alla componentistica Campagnolo?

 

 

Le nostre prime impressioni sono state molto positive. Campagnolo coniuga le prestazioni con l’aerodinamica e un design eccezionale e per noi è un orgoglio avvalerci dei suoi componenti in gara per la stagione 2022.

 

Questo sito utilizza i cookies per offrirti la migliore esperienza di navigazione possibile, nonchè per finalità commerciali e di pubblicità. Se procedi con la navigazione sul sito senza disabilitarli, ci autorizzi l'invio e l'utilizzo di cookie sul tuo dispositivo. Per leggere la nostra politica in materia di cookie, clicca qui.