Seleziona la lingua
  • Italiano
  • English
  • Deutsch
  • Español
  • Français
Il carrello è vuoto
close

Pogačar – Corridore da Record

19 ottobre 2021
Pogačar – Corridore da Record

La super star slovena, che usa Campagnolo, ha avuto una stagione invidiabile. E ha solo solo 23 anni!

Ripercorriamo insieme il suo incredibile 2021.

"Penso che possa fare molto meglio di me”.

Queste le parole di Eddy Merckx quando gli è stato chiesto un parere sulla UAE Team Emirates e sul corridore Campagnolo Tadej Pogačar.

“Io a 24 anni non avevo ancora vinto il Tour", ha affermato il Cannibale. “Lui invece ne ha solo 23, è ancora all'inizio della sua carriera, e in alcune gare ha già avuto risultati migliori dei miei”.

Un bel complimento per lo sloveno che, nel 2021, è ufficialmente entrato nel libro dei record, diventando il primo corridore nella storia a vincere due Monumento, il Tour de France e una medaglia olimpica in una stessa stagione.

E il suo 2020 non è stato da meno: solo un anno fa, Pogacar è diventato il secondo corridore più giovane della storia a vincere il Tour de France.

 

 

La ciliegina sulla torta? Ha concluso l’annata piazzandosi primo al mondo nelle classifiche UCI. Un corridore coraggioso e umile al tempo stesso, che ambizioni avrà per la sua carriera futura?

Stiamo parlando di un giovane ciclista capace di trarre vantaggio in maniera efficiente e aerodinamica da componenti quali il gruppo Campagnolo Super Record e Bora Ultra, ridefinendo i confini di ciò che è possibile nel ciclismo moderno.

Una cosa è certa: bisognerà lavorare duro per far meglio di questa stagione, un anno ricco di successi iniziati a febbraio...

 

VINCITORE DELLO UAE TOUR, 21-27 FEBBRAIO 2021

 

 

È stato Caleb Ewan della Lotto-Soudal - che utilizza Campagnolo Super Record e ruote Bora Ultra - a vincere la settima e ultima tappa dello UAE Tour.

Ma la vittoria assoluta l’ha conquistata Pogacar, dopo aver neutralizzato la minaccia in classifica generale del suo principale rivale: Adam Yates. Pogačar infatti è andato in testa alla classifica sin dalla seconda tappa del Tour e ha difeso la sua posizione fino alla fine.

La sua mossa vincente è arrivata nella terza tappa, quando Pogačar ha staccato Yates per vincere in cima a Jebel Hafeet.

 

VINCITORE DELLA TIRRENO-ADRIATICO, 10-16 MARZO 2021

 

 

Alla Tirreno-Adriatico Pogačar è passato in testa alla classifica generale nella quarta giornata, grazie alla vittoria in solitaria nella tappa regina di Prati di Tivo.

Il giorno dopo poi, in una tappa fredda e umida, ha mostrato grinta da vendere, guadagnando tempo su tutti i suoi rivali e riuscendo quasi a riprendere il fuggitivo Mathieu van der Poel.

Ha poi vinto la corsa con oltre un minuto di vantaggio su Wout van Aert, secondo in classifica generale, dopo un'impressionante cronometro finale.

 

VINCITORE DELLA LIEGI-BASTOGNE-LIEGI, 25 APRILE 2021

 

 

Nonostante la delusione per la mancata partecipazione a La Flèche Wallonne (due membri del suo staff sono risultati positivi al Covid-19), Pogačar si è rifatto vincendo la sua primo Monumento.

Lo sloveno era nella fuga vincente con Michael Woods, Alejandro Valverde, David Gaudu e Julian Alaphilippe, che hanno attaccato il gruppo a 13 km dal traguardo.

Il finale di corsa è stato un testa a testa tra Valverde, Alaphilippe e Pogačar, il quale ha battuto i primi due in volata conquistando la vittoria.

 

VINCITORE DEL TOUR DI SLOVENIA, 9-13 GIUGNO 2021

 

 

Quest’anno, il pubblico sloveno ha avuto finalmente modo di celebrarlo: Pogačar ha corso (e vinto) per la prima volta il suo Tour di Slovenia. Ha preso il comando della generale durante la seconda tappa, attaccando sulla salita di Svetina - la penultima salita di giornata.

Dopo la vittoria di tappa, è riuscito a mantenere la sua posizione in classifica, vincendo il titolo assoluto con oltre un minuto di vantaggio sul compagno di squadra Diego Ulissi (anche lui un corridore che utilizza Campagnolo).

 

VINCITORE TOUR DE FRANCE, 26 GIUGNO-18 LUGLIO 2021

 

 

Pogačar ha poi riscritto i libri di storia in Francia, diventando, a 22 anni, il corridore più giovane a vincere due edizioni della Grande Boucle.

Ha anche vinto la maglia bianca della classifica giovani per il secondo anno consecutivo.

A differenza dell’edizione 2020, in cui Pogačar ha indossato la maglia gialla solo nell’ultima tappa, nell’edizione 2021 è stato in testa alla classifica sin dalla vittoria sulla prima tappa di montagna (ottavo giorno).

 

 

È stata una corsa strabiliante, che lo ha visto vincere altre due tappe (17 e 18) prima di tagliare il traguardo parigino con un vantaggio di 5 minuti e 20 secondi sui suoi rivali - il più grande margine di vantaggio dalla vittoria di Vincenzo Nibali nel 2014.

 

MEDAGLIA DI BRONZO AI GIOCHI OLIMPICI, CORSA SU STRADA, 24 LUGLIO 2021

 

 

Il bronzo non è oro, ma Pogačar è comunque entusiasta del suo terzo posto a Tokyo:

"È una sensazione che non posso descrivere a parole”, ha detto alla stampa mondiale. “Sono super, super, super felice".

A completare il podio c’erano l’ecuadoriano Richard Carapaz, che ha vinto l'oro, e il belga Wout van Aert, che ha vinto l'argento.

 

VINCITORE DE IL LOMBARDIA, 9 OTTOBRE 2021

 

 

Il nome di Pogačar è ormai di fianco ai grandi del ciclismo: con Fausto Coppi, Eddy Merckx e Bernard Hinault, lo sloveno è riuscito a vincere il Tour de France e Il Lombardia nella stessa stagione, dopo aver battuto Fausto Masnada in una volata due. Niente male dopo 239 durissimi chilometri di corsa.

Pogačar è salito sul podio anche a Itzulia Basque Country, ai campionati nazionali sloveni a cronometro e al Tre Valli Varesine, confermando il suo primo posto nelle classifiche UCI.

Campagnolo augura a Tadej un miglior 2022 - ma soprattutto anche un po’ di meritato riposo!

Questo sito utilizza i cookies per offrirti la migliore esperienza di navigazione possibile, nonchè per finalità commerciali e di pubblicità. Se procedi con la navigazione sul sito senza disabilitarli, ci autorizzi l'invio e l'utilizzo di cookie sul tuo dispositivo. Per leggere la nostra politica in materia di cookie, clicca qui.