Seleziona la lingua
  • Italiano
  • English
  • Deutsch
  • Español
  • Français
Il carrello è vuoto
close

Pogačar si prepara alla Milano-Sanremo

17 marzo 2022
Pogačar si prepara alla Milano-Sanremo

Questo sabato, le tre squadre WorldTour Campagnolo saranno al via della Milano-Sanremo.

I riflettori sono tutti puntati su un corridore in particolare.

Questo sabato (19 marzo) ci sarà la prima Monumento della stagione: l'edizione 2022 della Milano-Sanremo.

Con un percorso di 293 km, è la classica più lunga del calendario. La corsa, la cui prima edizione risale al 1907, è anche conosciuta come “La Classicissima”. La 112^ edizione segue un percorso che si snoda a sud di Milano.

È principalmente pianeggiante fino al Passo del Turchino, a circa 130 km dalla partenza. Tuttavia, ci sarà poca selezione sul Turchino. Non mancheranno gli attacchi e le fughe, ma la storia ci insegna che il momento clou della gara non arriverà prima dei 240 km.

Arrivati ai Tre Capi, i corridori Campagnolo mostreranno tutta la loro grinta in vista del finale. Nel giro di 11 km, il percorso passa per Capo Mele, Capo Cervo e Capo Berta. Si tratta di salite più morbide che pendenti.

 

 

Ma la loro importanza è simbolica: tradizionalmente, è il momento della gara in cui le squadre rivelano le proprie carte. Si arriva quindi alla Cipressa, che misura 5,6 km con una pendenza media del 4,3% e punte del 9%. Con già 263 km nelle gambe, è una vera prova di resistenza muscolare e spesso fa terra bruciata tra i velocisti.

Chi di loro resta in testa nella discesa della Cipressa deve stringere i denti fino al Poggio di San Remo. Sulla carta sembra una salita tranquilla: misura solo 3,7 km, con una pendenza media del 3,7%. Ma dopo molti chilometri, ed una velocità incalzante, i corridori potrebbero ormai essere sparsi in più punti del percorso.

Se le gambe rispondono, e le energie lo permettono, si arriva alla discesa vincente verso Sanremo. I corridori che utilizzano l’impareggiabile gruppo Campagnolo Super Record EPS e le ruote Campagnolo Ultra Bora WTO non mancheranno all’appello.

Ma chi si gioca la vittoria?

 

UAE TEAM EMIRATES

 

 

Sicuramente, per la Milano-Sanremo tutta la squadra spera in Tadej Pogačar. Il 23enne è un uomo da record, essendo il corridore più giovane ad aver vinto due edizioni del Tour de France.

Nel 2022 lo sloveno vuole fare piazza pulita: ha già vinto all'UAE Tour, a Strade Bianche e alla Tirreno-Adriatico. Con quest’ultima vittoria - la decima in carriera in una corsa a tappe - è finito nel mirino dei favoriti per la Sanremo.

Data la forma fisica, e l’equipagiamento Campagnolo che Pogačar utilizzerà in corsa, c’è solo da temere. Questa volta, dato il lungo percorso, è difficile che Pogačar possa conquistare una vittoria in solitaria a 50 km dalla fine, come ha fatto a Strade Bianche.

 

 

Un attacco sul Poggio o sulla Cipressa sembra più probabile. Tutti hanno notato la sua grande abilità in discesa sul percorso di Strade Bianche.

La storia potrebbe ripetersi anche a Sanremo.

A fianco di Pogačar ci saranno compagni di squadra formidabili, come Alessandro Covi e Diego Ulissi. Anche Matteo Trentin sarà alla linea di partenza, ed è un altro corridore che potrebbe puntare alla volata finale. Ha conquistato finora ben due decime posizioni alla Milano-Sanremo.

 

AG2R CITROËN TEAM

 

 

L’AG2R CITROËN TEAM, supportata da Campagnolo, punta tutto su Oliver Naesen, che nel 2019 è arrivato secondo alla Milano-Sanremo. È stata la prima e unica volta che Naesen è salito sul podio di una Monumento nonostante il suo indubbio potenziale.

Tre anni fa, ha fatto terra bruciata attaccando sul Poggio. Cosa succederà questo fine settimana? La sua forma è ottima, come dimostra il suo quarto posto ad Omloop Het Nieuwsblad.

Ma la lista degli incredibili corridori AG2R CITROËN TEAM non finisce qui. A Milano ci saranno anche Andrea Vendrame, Bob Jungels, Greg van Avermaet e Benoit Cosnefroy.

Ognuno di loro è forte abbastanza per fare un’ottima gara. Il risultato finale dipenderà dalla tattica che la squadra adotterà in corsa.

 

COFIDIS SOLUTIONS CREDITS

 

 

La stagione 2022 è iniziata alla grande per Cofidis, che ha già quattro vittorie in tasca: Bryan Coquard e Benjamin Thomas hanno conquistato due vittorie a testa. Entrambi saranno alla linea di partenza a Milano, ma qualche sorpresa potrebbe riservarla anche Alexis Renard.

Il 22enne ha chiuso il Saudi Tour con un ottimo decimo posto e si è classificato ottavo nella prima tappa del Tour des Alpes Maritimes et du Var di febbraio. Come si comporterà Renard alla sua prima Milano-Sanremo?

A Milano ci saranno anche Simone Consonni, Davide Cimolai e Kenneth Van Bilsen.

Campagnolo augura il meglio a tutti i suoi corridori in questa Classica leggendaria.

 

© TDW / Getty Images  

Questo sito utilizza i cookies per offrirti la migliore esperienza di navigazione possibile, nonchè per finalità commerciali e di pubblicità. Se procedi con la navigazione sul sito senza disabilitarli, ci autorizzi l'invio e l'utilizzo di cookie sul tuo dispositivo. Per leggere la nostra politica in materia di cookie, clicca qui.