Seleziona la lingua
  • Italiano
  • English
  • Deutsch
  • Español
  • Français
Zonda MY17
3 luglio 2016
Zonda MY17

Il cavallo di battaglia Campagnolo rivisitato e ancora migliorato.

 

La ruota Zonda Campagnolo è ormai una sorta di caposaldo nella gamma Campagnolo. Anche se non la vedremo mai montata sulle bici che percorrono le strade di Parigi nell’ultima tappa del Tour, è comunque diventata una ruota vincente sotto altri punti di vista. Ha infatti conquistato tanti cuori e tanti ciclisti perché è una delle ruote più affidabili disponibili, un’affidabilità che non compromette in alcun modo le sue prestazioni. La Zonda è una scommessa talmente sicura in sella da essersi affermata come una delle ruote Campagnolo più vendute di tutti i tempi. Con prestazioni ben superiori a quelle di qualsiasi altra ruota della sua categoria e un’affidabilità invidiabile per qualsiasi altro prodotto, vedere la Zonda montata anche sulle bici da allenamento dei più grandi professionisti non sembra affatto fuori luogo. Partendo da una ruota tanto diffusa, universalmente apprezzata e di grande successo, lo staff tecnico della sede Campagnolo di Vicenza ha compiuto ogni sforzo per preservare tutte le caratteristiche di durabilità e le prestazioni di questo fantastico modello, cercando di migliorarlo ove possibile. Ovviamente, non è stato un compito facile perfezionare ulteriormente un prodotto dalla validità già largamente riconosciuta e, dopo molta riflessione, si è attuata una strategia di miglioramento analoga a quella già applicata alla Shamal Ultra e annunciata all’inizio dell’anno.

I cambiamenti proposti per la nuovissima Zonda C17 riguardano il cerchio nuovo e più efficiente, orientato alle prestazioni, mentre per il resto della ruota Campagnolo ha cercato di rimanere il più fedele possibile alla versione precedente. Il cerchio completamente ridisegnato della Zonda si ispira all’uso crescente di pneumatici sempre più larghi, una tendenza che ha portato il copertoncino da 25 mm a diventare lo standard, se non addirittura la dimensione minima per allenamenti e gare su strada. Poiché gli pneumatici da 25 mm e 28 mm sono sempre più diffusi, è stato necessario ridisegnare la ruota in modo da ottimizzarne l‘interfaccia con lo pneumatico. Il nuovo cerchio C17, più largo, garantisce una forma più efficiente dello pneumatico, migliorando la sicurezza e la tenuta in curva, ma, nel contempo, riducendo la resistenza al rotolamento e aumentando l’aerodinamicità. Un incremento della larghezza apparentemente minimo offre invece un’esperienza di pedalata sorprendentemente diversa, che senza dubbio lascerà ogni ciclista piacevolmente persuaso che il cambiamento apportato è davvero per il meglio.


Il nuovo cerchio C17, ottimizzato strutturalmente, garantisce una tenuta sicura sul copertoncino, nonché una sensibilità di frenata ancora migliore rispetto alle versioni precedenti, benefici, questi, che si sommano ai pregi progettuali indiscussi e comprovati della precedente versione della ruota Zonda:

- Altezza del cerchio differenziata

- Fresatura speciale per eliminare il materiale in eccesso e il peso dove non serve

- RDB: Rim Dynamic Balance

- Tecnologia MoMag: canale dello pneumatico senza fori per i raggi e, dunque, senza rim-tape, per una superiorità strutturale

 

I mozzi continuano a incorporare la stessa tecnologia che ha reso la precedente versione una ruota estremamente riuscita:

- Flangia oversize in alluminio

- Mozzo anteriore: 16 raggi radiali aerodinamici

- Mozzo posteriore: 21 raggi radiali aerodinamici con raggiatura MEGA G3

- Sistema di cuscinetti cono/calotta

 

 

Questa nuovissima versione della ruota Zonda pesa solo 1.540 grammi, il che la rende forse la ruota C17 più leggera del suo segmento, pur mantenendo la sua fama di prodotto indistruttibile ad alte prestazioni. 

Questo sito utilizza i cookies per offrirti la migliore esperienza di navigazione possibile, nonchè per finalità commerciali e di pubblicità. Se procedi con la navigazione sul sito senza disabilitarli, ci autorizzi l'invio e l'utilizzo di cookie sul tuo dispositivo. Per leggere la nostra politica in materia di cookie, clicca qui.