Seleziona la lingua
  • Italiano
  • English
  • Deutsch
  • Español
  • Français
Il carrello è vuoto
close

La stagione Campagnolo: un riepilogo dei successi nel 2021

2 novembre 2021
La stagione Campagnolo: un riepilogo dei successi nel 2021

Ripercorriamo la brillante stagione dei nostri team e corridori su strada e pista.

La stagione 2021 si è rivelata sorprendente per i team e i corridori WorldTour che utilizzano Campagnolo, con ben 69 vittorie tra UAE Team Emirates, Lotto-Soudal, AG2R Citroen Team e Cofidis, Solutions Crédits.

Quest’annata, segnata dal Covid, è partita a febbraio con lo UAE Tour e si è conclusa per la maggior parte dei corridori a Il Lombardia, questo ottobre.

Senza dubbio, due assi nella manica per le nostre squadre sono stati il formidabile cambio Campagnolo Super Record e le nostre velocissime ruote Bora Ultra WTO.

Componenti che hanno dimostrato la propria qualità in qualsiasi condizione atmosferica e su ogni terreno, proprio come i 116 corridori delle quattro squadre che utilizzano Campagnolo.

Il 2021 è stato un anno ricco di sorprese anche su pista, a partire dalle Olimpiadi posticipate fino ai Campionati del Mondo, in cui i corridori si sono messi alla prova con la rivoluzionaria ruota a disco Ghibli.

Ripercorriamo insieme un anno memorabile nel ciclismo su strada e su pista, ricordando i più bei momenti che i corridori Campagnolo ci hanno regalato.

 

PISTA: OLIMPIADI E CAMPIONATI DEL MONDO

 

 

Che olimpiade per l’incontentabile Elia Viviani! Quest’anno il trentaduenne ha aggiunto il bronzo nell'omnium maschile alla medaglia d'oro dei Giochi di Rio 2016.

A fine ottobre, invece, l'italiano ha vinto il suo primo titolo mondiale nella gara ad eliminazione, tenutasi al velodromo Jean-Stablinski di Roubaix, in Francia.

Anche Simone Consonni ricorderà per sempre questi Giochi Olimpici 2020: il corridore Campagnolo era parte della squadra italiana che ha vinto l'oro nell'inseguimento a squadre. Per non farsi mancare niente, Consonni e il suo team hanno stabilito un nuovo record mondiale di 3:42.032.

Il 27enne ha anche brillato nei recenti Campionati del Mondo su pista, aggiudicandosi l'oro nell'inseguimento a squadre e il bronzo nella Madison.

 

AG2R CITROËN TEAM

 

 

L’AG2R Citroën Team ha concluso la stagione al decimo posto nella classifica mondiale UCI dopo aver collezionato 13 vittorie, di cui tre vittorie in casa di Benoit Cosnefroy: Tour du Finistere, Bretagne Classic e Tour du Jura Cycliste.

Il momento clou della stagione è stato sicuramente la vittoria del 26enne alla Bretagne Classic, dove Cosnefroy ha battuto in volata il campione del mondo in carica su strada Julian Alaphilippe.

La squadra francese ha anche goduto di una serie di vittorie di tappa al Giro d'Italia, al Tour de France e alla Vuelta a España.

Il primo trionfo è stato quello di Andrea Vendrame nella tappa 12 del Giro, dopo un’agguerritissima corsa sulle colline dell'Appennino. In cima alla salita finale, Vendrame è stato il primo della fuga ad attaccare, per poi dare spettacolo nel finale di corsa, in cui ha battuto l'australiano Chris Hamilton in una volata a due.

 

 

È stato poi il turno di Ben O'Connor, che ha vinto la nona tappa del Tour de France. Il venticinquenne australiano ha pedalato gli ultimi 17 km in solitaria, conquistando la vittoria dopo 144,9 km di percorso, da Cluses a Tignes.

È questa la tappa che ha aiutato O'Connor a raggiungere il quarto posto assoluto in classifica generale - il suo posizionamento migliore in carriera in un Grande Giro.

Infine, complimenti a Clément Champoussin dell’AG2R Citroen Team che ha vinto la penultima tappa della Vuelta a Espana: un percorso montagnoso di 202 km, da Sanxenxo a Mos.

Da ricordare sono anche Dorian Godon, che ha vinto Paris-Camembert e Tour du Doubs, e Greg van Avermaet, che ha conquistato il terzo posto al Giro delle Fiandre.

 

COFIDIS, SOLUTIONS CREDITS

 

 

Cofidis chiude la stagione al 14° posto nel ranking mondiale UCI, con 12 vittorie. Elia Viviani ha aggiunto ai successi in carriera altre cinque vittorie, di cui due al Tour du Poitou-Charentes en Nouvelle Aquitaine.

Sono 85 le vittorie su strada nel suo palmares dal suo primo trionfo al Presidential Tour of Turkey del 2010.

Nei Grandi Giri, invece, Guillaume Martin ha dimostrato una costanza impressionante, finendo rispettivamente ottavo e nono in assoluto al Tour e alla Vuelta.

 

 

Il 28enne ha anche mostrato una capacità di resistenza impressionante, terminando la stagione più tardi di tutti alla Veneto Classic, dove si è piazzato ottavo nella corsa vinta da Samuele Battistella.

“Sono un po’ un fanatico di questa corsa”, ha detto Martin scherzando dopo la gara.

Complimenti anche a Victor Lafay che, in questo 2021, ha portato a casa l’unica vittoria di tappa della squadra in un Grande Giro (l’ottava tappa del Giro d'Italia).

 

LOTTO-SOUDAL

 

 

La Lotto-Soudal ha concluso la stagione 18^, con 12 vittorie.

Caleb Ewan ha collezionato sei vittorie di tappa, di cui due al Giro d'Italia, dove ha indossato la Maglia Ciclamino nella settima tappa. Per il 27enne australiano, queste due sono rispettivamente la decima e undicesima vittoria di tappa in un Grande Giro.

Ewan ha anche vinto nella classifica a punti al Giro del Belgio, dopo aver conquistato le tappe tre e quattro, e poi la quinta tappa del Benelux Tour e la settima tappa dello UAE Tour. Il suo miglior risultato nelle corse di un giorno è arrivato alla Milano-Sanremo dove è arrivato secondo nella volata di gruppo.

 

 

Tim Wellens ha iniziato bene la sua stagione con due vittorie di tappa e una vittoria assoluta all'Etoile de Besseges, mentre Florian Vermeersch ha mostrato il suo enorme potenziale finendo secondo alla Parigi-Roubaix di ottobre, che ha perso in volata contro Sonny Colbrelli.

 

UAE TEAM EMIRATES

 

 

La UAE Team Emirates ha goduto di un'altra fantastica stagione, assicurandosi 32 vittorie e piazzandosi quinta nella classifica UCI.

E questo senza contare il successo di Tadej Pogačar che, a 22 anni, è diventato il più giovane corridore della storia a vincere due edizioni del Tour de France. La sua straordinaria capacità di recupero tra una gara e l’altra lo ha visto distruggere la concorrenza.

Ci sarà qualcuno capace di sfidare l'ormai 23enne nel 2022?

Non bisogna dimenticare che il trionfo al Tour di Pogačar è stato preceduto dalle vittorie allo UAE Tour e alla Tirreno-Adriatico, e seguito dai suoi successi alla Liegi-Bastogne-Liegi e a Il Lombardia.

 

 

Anche i compagni di squadra di Pogačar hanno festeggiato parecchio quest’anno. Rafal Majka ha vinto la tappa 15 della Vuelta a Espana, mentre Diego Ulissi ha collezionato quattro vittorie.

Così come Juan Sebastian Molano, vincitore di due tappe sia alla Vuelta a Burgos che al Giro di Sicilia. Alexander Kristoff ha ottenuto due vittorie nella sua stagione d'addio alla UAE Team Emirates, mentre Marc Hirschi ha vinto la sua prima tappa per la squadra al Tour de Luxembourg.

Nel complesso, è stata una stagione eccezionale per Campagnolo e per le nostre squadre.

 

 

Dita incrociate per il 2022!

Questo sito utilizza i cookies per offrirti la migliore esperienza di navigazione possibile, nonchè per finalità commerciali e di pubblicità. Se procedi con la navigazione sul sito senza disabilitarli, ci autorizzi l'invio e l'utilizzo di cookie sul tuo dispositivo. Per leggere la nostra politica in materia di cookie, clicca qui.