Seleziona la lingua
  • Italiano
  • English
  • Deutsch
  • Español
  • Français
Il carrello è vuoto
close

Pogačar conquista il Col du Portet

14 luglio 2021
Pogačar conquista il Col du Portet

Lo sloveno regna sull’arrivo più alto di questo Tour e consolida la Maglia Gialla.

Nella giornata regina di questo Tour de France, 178.4km da Muret fino alla cima del Col du Portet a 2.200 metri di altitudine, Tadej Pogačar ha mostrato nuovamente tutta la sua classe, conquistando la sua seconda vittoria di tappa nell’edizione 2021 della Grande Boucle.

 

 

La gara ha visto gli uomini di classifica controllare i frangenti iniziali, con l’UAE Team Emirates brava a proteggere e scortare la Maglia Gialla fino alle pendici del Col du Portet, ascesa di 16,3 km con punte del 10% di pendenza. A metà dell’ultima salita, Pogačar ha attaccato, rimanendo al comando della corsa con i soli Vingegaard e Richard Carapaz, bravi a resistere allo anche in occasione dei successivi 6 affondi tentati dallo sloveno negli ultimi 8 km di gara.

Dopo che ai 2- km Carapaz aveva sembrato dare segni di cedimento, lo stesso ecuadoriano ha sferrato a 1500 metri dal traguardo un deciso attacco, rintuzzato da Pogačar. Con il terzetto di testa ormai riunito, è stato Pogačar a lanciare lo sprint finale grazie al quale ha conquistato la tappa e secondi preziosi sugli inseguitori in classifica generale.

Tadej Pogačar: “Anche oggi la squadra ha fatto un grande lavoro, controllando come sempre le fughe e permettendomi di arrivare il più riposato possibile alle salite finali. Negli ultimi 8km ho provato più volte ad attaccare, ma Vingegaard e Carapaz sono sempre stati bravi a restarmi attaccati e farmi sudare la vittoria. Con Vingegaard avevamo capito che Carapaz avrebbe provato a coglierci di sorpresa, quindi sono stato attento e poi pronto a lanciare negli ultimi 50 metri lo sprint finale”.

 

 

Tadej Pogačar ha conquistato il Col du Portet in sella alla sua Colnago equipaggiata con il gruppo elettronico a 12 velocità Campagnolo Super Record EPS e con le ruote full carbon Campagnolo Bora.

 

© TDW / Getty Images

Questo sito utilizza i cookies per offrirti la migliore esperienza di navigazione possibile, nonchè per finalità commerciali e di pubblicità. Se procedi con la navigazione sul sito senza disabilitarli, ci autorizzi l'invio e l'utilizzo di cookie sul tuo dispositivo. Per leggere la nostra politica in materia di cookie, clicca qui.