Seleziona la lingua
  • Italiano
  • English
  • Deutsch
  • Español
  • Français
Il carrello è vuoto
close

Rivivi i successi dei team WorldTour 2022

10 novembre 2022
Rivivi i successi dei team WorldTour 2022

La stagione delle competizioni su strada nel 2022 sta per terminare.

In questo editoriale, ripercorriamo le straordinarie vittorie e le prestazioni dei nostri team WorldTour.

Per chi, come Campagnolo, desidera sognare in grande e pedalare più forte è stato un anno meraviglioso. Ogni pedalata ha creato ricordi che vivranno per sempre, sia a livello ricreativo sia a livello d’élite.

Abbiamo per voi un piccolo riepilogo dei tanti successi ottenuti dei migliori corridori su strada di Campagnolo in questa stagione.

 

UAE TEAM EMIRATES

 

 

Fino al Tour de Langkawi di metà ottobre, l’UAE Team Emirates aveva conquistato 47 vittorie e si trovava al terzo posto nella classifica UCI. Non a caso, il rider che ha accumulato più vittorie è stato un certo Tadej Pogačar, che utilizza ruote Campagnolo Super Record EPS e Bora Ultra WTO.

Fai un bel respiro e contempla la stagione di successi della superstar slovena.

 

 

A febbraio, Pog ha conquistato il titolo assoluto all’UAE Tour dopo aver dominato due tappe. Ha poi vinto Strade Bianche dopo un’indimenticabile attacco solitario di 50 km su una sezione in altalenante discesa. Altri trionfi sono seguiti alla Tirreno-Adriatico e al Giro di Slovenia, dove ha vinto due tappe in ciascuna competizione.

Il 24enne è arrivato secondo in un memorabile Tour de France, dopo aver vinto tre tappe, prima di altre imprese al Grand Prix Cycliste de Montréal e alla Tre Valli Varesine, entrambe corse in linea di un giorno.

 

 

Ha concluso la stagione riconquistando il titolo di campione al Giro di Lombardia battendo in volata lo spagnolo Enric Mas. In una parola: incredibile.

Altri momenti salienti della squadra partner di Campagnolo hanno incluso il ritorno in forma di Marc Hirschi con tre vittorie, oltre alle prestazioni costanti di corridori quali Brandon McNulty, Matteo Trentin e Juan Sebastian Molano.

 

 

Ma l’impresa più notevole – diremmo alla stregua di una vittoria – è probabilmente stato il terzo posto alla Vuelta a España di Juan Ayuso, il quale, a soli 19 ani, ha messo in evidenza il suo potenziale apparentemente illimitato. Questo al debutto in un Grande Giro.

Lo spagnolo era un anno più giovane di Pogačar quando lo sloveno conquistò il terzo posto al suo debutto in un Grande Giro, la Vuelta a España del 2019.

Cosa ci riserverà il futuro?

 

COFIDIS

 

 

Anche Cofidis, un altro team di livello mondiale che utilizza la straordinaria componentistica Campagnolo, tra cui il gruppo Super Record EPS, ha vissuto una stagione di grandi risultati.

Con 19 successi, la squadra ha conquistato il 50% in più di vittorie rispetto alle 12 del 2021. Benjamin Thomas ha accumulato il maggior numero di successi con quattro vittorie, anche se l’impresa di più alto profilo della stagione è arrivata alla Vuelta a España quando Jesus Herrada si è aggiudicato la settima tappa, tagliando il traguardo per primo al termine dei 190 km che collegano Camargo a Cistierna.

“È pazzesco”, ha commentato Herrada dopo la vittoria. “Ho dovuto essere paziente nell’ultimo chilometro, seguendo le ruote degli altri. Sapevo che c’erano corridori veloci nel gruppo, ma io ero sicuro del mio sprint in volata”.

 

 

Ma è stato Simon Geschke a catturare i cuori e le menti dei ciclisti di tutto il mondo grazie alle sue imprese in montagna al Tour de France. L’esperto corridore tedesco ha dimostrato pura grinta conservando la maglia a pois del leader della classifica degli scalatori per nove giorni, solo per vedere svanire il suo vantaggio di 12 punti quando non è riuscito ad accodarsi al gruppetto in fuga alla 18° tappa.

Ma le imprese in salita del 36enne vivranno sicuramente a lungo nella memoria di tutti.

 

UAE TEAM ADQ

 

 

Nella stagione d’esordio, la squadra femminile partner di Campagnolo ha conquistato 17 vittorie, di cui sette a opera della mitica Marta Bastianelli. L’impresa forse più rimarchevole è stata la vittoria della 35enne all’Omloop van het Hageland.

Puoi scoprire di più su Marta Bastianelli nella serie “Portraits” di Campagnolo.

Anche la spagnola Mavi Garcia ha avuto un’ottima stagione con quattro vittorie, tra cui una tappa alla Vuelta a Burgos Feminas.

 

AG2R CITROËN TEAM

 

 

La squadra francese partner di Campagnolo ha conquistato 11 vittorie nel 2022, con Marc Sarreau a quota quattro: una tripletta al Tour Poitou-Charentes en Nouvelle Aquitaine, e una alla corsa in linea di un giorno, la Cholet-Pays de la Loire, nel mese di marzo.

L’australiano Ben O’Connor, classificatosi al quarto posto al Tour de France del 2021 – un’impresa davvero incredibile – sfortunatamente non ha potuto ripetere l’exploit a causa di una serie di incidenti che lo ha costretto al ritiro alla decima tappa. Come sempre, l’australiano si è rialzato, si è levato la polvere di dosso e si è rimesso in sesto, arrivando nella top 10 (ottavo) alla Vuelta a España.

Benoit Cosnefroy è andato molto vicino alla vittoria all’Amstel Gold Race, arrivando secondo alle spalle di Michel Kwiatkowski... per un soffio! Il fotofinish ha stabilito il vincitore.

 

 

Ma la vittoria più bella e toccante del 2022 è arrivata grazie al lussemburghese Bob Jungels al Tour de France. Il 30enne è salito alla ribalta nel 2017 dopo aver vinto una tappa del Giro d’Italia e ha ulteriormente rafforzato la sua reputazione un anno dopo vincendo la Liegi-Bastogne-Liegi.

Ma poi, per via di un’endofibrosi arteriosa diagnosticata tardivamente, Jungels ha dovuto dare il forfait per due stagioni consecutive e sembrava che la sua carriera fosse finita.

Invece, in occasione della nona tappa al Tour de France del 2022, il lussemburghese ha respinto gli assalti di Thibaut Pinot, conquistando la vittoria e lasciandosi finalmente alle spalle tutti i suoi problemi e infortuni.

La prossima settimana, rifletteremo su una stagione stellare per Campagnolo e per il mondo del gravel.

 

Questo sito utilizza i cookies per offrirti la migliore esperienza di navigazione possibile, nonchè per finalità commerciali e di pubblicità. Se procedi con la navigazione sul sito senza disabilitarli, ci autorizzi l'invio e l'utilizzo di cookie sul tuo dispositivo. Per leggere la nostra politica in materia di cookie, clicca qui.